No Borders Music Festival: musica ad alta quota con Diodato, Elisa e tanti altri artisti

Blog Image

di Roberto Ligorio

26/7/2020

No Borders Music Festival é sicuramente uno degli eventi musicali italiani più attesi dell'estate: in diverse date dei mesi più caldi dell'anno, dal 25 luglio all' 8 agosto, si alternano concerti di artisti nostrani ed internazionali in una location all'aperto mozzafiato, tra le verdi montagne del tarvisiano.

Una delle caratteristiche peculiari di questa manifestazione riguarda la varietà di generi musicali presenti per le esibizioni: infatti, non ci sono limitazioni (come é anche possibile leggere sul sito ufficiale) e gli artisti possono proporre i propri brani variando dal jazz, al pop, fino alla musica classica. 


Nel 2019, tra i grandi nomi presenti è d'obbligo sottolineare la presenza di Marco Mengoni e Levante, che hanno infiammato il pubblico con la loro voce.
Da Mannarino ad Elisa, passando per Diodato e Manu Chao (che sarà presente per il secondo anno consecutivo), quest'anno il programma estivo dell'evento si prospetta ricco di emozioni e soprattutto di pubblico, vista l'importanza e popolarità degli artisti che parteciperanno.


Il 25 luglio, il debutto con Luka Sulic, mentre nella giornata del 26 il Lago Superiore di Fusine (Tarvisio) ha ospitato la voce di Brunori Sas. Il festival si concluderà con l'esibizione di Mannarino l'8 agosto. I biglietti sono disponibili sul sito di TicketOne.
Sul sito ufficiale https://www.nobordersmusicfestival.com si può leggere una breve descrizione ufficiale dell'evento, che si presenta così:


"No Borders Music Festival è un festival di musica senza confini, un contenitore di esperienze musicali; non ha delimitazioni per quanto concerne il genere musicale spaziando dalla musica classica al Jazz, né di appartenenza sociale o geografica degli artisti invitati.
No Borders Music Festival costituisce il riflesso culturale internazionale di quella che è la storia locale e del prodotto turistico e di immagine."


Un'iniziativa meravigliosa dunque, che si conferma dopo i dubbi di qualche mese fa, quando chiaramente non era ancora certo se fosse possibile parteciparvi o meno. Gli organizzatori hanno inoltre assicurato che verranno mantenute le corrette misure di sicurezza anti Covid-19, garantendo dunque una adeguata distanza di sicurezza tra i presenti e l'obbligo di utilizzare la mascherina protettiva in tutta l'area delimitata.