Buon Compleanno Michael Jackson

Blog Image

di Monica Atzei

29/8/2020

Oggi 29 agosto ricorre il compleanno di Michael Jackson, nato nel 1958 in Indiana (USA) e purtroppo scomparso nel 2009.

 

Sin da piccolo, come tutta la sua famiglia, è attratto dalla musica e insieme ai fratelli canta e balla; il padre Joseph, intuendo il talento dei figli e soprattutto di Michael, decide di formare un gruppo.

 

I Jackson 5 nascono nel 1963, sono Jackie, Tito, Jermaine, Michael e Marlon, la musica che propongono è molto coinvolgente e la voce e i passi scatenati del piccolo Michael li traghettano al successo e alla firma con la storica label Motown, realizzano 15 album e scalano le classifiche di tutto il mondo.

 

Ma Michael sa di avere una marcia in più, e, nel 1978 decide di intraprendere la carriera solista, prima prova: la partecipazione al film “The Wiz” con Diana Ross (diventata sua fidata amica e consigliera in tutti gli anni della sua vita). Durante le registrazioni della colonna sonora conosce Quincy Jones, produttore, compositore e arrangiatore, inizia a collaborare con lui e nel 1979 registra il primo album solista “Off the Wall”, raggiungendo la vetta delle classifiche nel mondo, “Rock with You” è il singolo che conquista tutti.

 

Nel 1982, sulla scia di questo successo, pubblica l’album “Thriller”, album storico, ancora oggi il più venduto nel mondo, riuscì a piazzare sette singoli nella top 10 della  Billboard Hot 100 e poi, come dimenticare il videoclip della title track? Un minifilm di 15 minuti diretto da John Landis e incentrato sugli zombies, strabiliante!

 

Le performance negli studi televisivi e i live continuano, i fan sono milioni e cercano anche di imparare il moonwalk il passo inventato da lui (che è anche un abile ballerino) che fa impazzire tutti.

 

Nel 1985 si fa promotore insieme a Lionel Richie, Quincy Jones e tantissimi artisti del progetto “We are the World”, titolo del singolo di cui i proventi sono destinati ai bambini dell’Africa: altro successo planetario e brano ancora ascoltatissimo.

 

L’attesissimo album “Bad” vede la luce nel 1987, oltre i brani anche i video sono sempre particolari, perfetti come ad esempio “Liberian Girl”, “Bad” e “Smooth Criminal”.

 

Continuano i tour, i giornali scandalistici sono sempre in agguato con malelingue e  pettegolezzi in prima pagina; nel 1991 pubblica “Dangerous” dalla cover barocca, dorata, pacchiana e di cui i singoli, “Black or White”, il cui video è girato, ancora una volta, da  John Landis e vede la partecipazione dell’attore Macaulay Culkin; “In The Closet” con la conturbante top model Naomi Campbell nel video (nell’album la voce invece non era della top model ma della principessa Stephanie di Monaco) e “Remember The Time”, ambientato nell’antico Egitto con la partecipazione dell’attore Eddie Murphy, di Iman, modella e moglie di David Bowie, e della stella dell’NBA Magic Johnson sono diventati dei cult.

 

Nel 1992 inizia il tour promozionale dell’album con il “Dangerous World Tour” che è diventato uno degli show più grandi della storia del pop.

 

Il 26 maggio 1994 sposa Lisa Marie Presley, figlia del re del Rock, Elvis Presley; matrimonio che termina dopo due anni, sarebbe stata una bella favola per tutti i fan! Lei appare anche nel video “You Are Not Alone”.

 

History”, nono album in studio, viene pubblicato nel 1995, l'album è doppio e consiste in un disco di greatest hits con 15 tra i suoi brani di maggiore successo e l’altro con 15 brani inediti, tra cui il singolo "Scream" (in duetto con la sorella Janet).

Gli anni passano, il Peter Pan del pop viene ammesso nel 2001 alla Rock and Roll Hall of Fame, lo era stato anche nel 1997 come membro dei Jackson 5; istituisce varie iniziative benefiche, anche per il crollo delle Torri Gemelle e per i suoi 50 anni si regala una raccolta intitolata  “King of Pop”.

 

Il 5 marzo 2009  in una conferenza stampa mondiale annuncia di aver programmato dei concerti all’O2 Arena di Londra e che sarebbero stati le sue ultime esibizioni dal vivo: oltre 750 mila biglietti furono esauriti in meno di tre ore.

 

Ma purtroppo il 25 giugno mentre si trova a Los Angeles per le prove, mancano tre settimane ai live, muore. La morte viene attribuita ad una intossicazione acuta dovuta ad un anestetico.

 

L’eterno Peter Pan del pop, la sua musica, la sua potenza e la sua fragilità, l’icona, la sua voce, i suoi falsetti, i suoi passi risuonano ancora e lo faranno per sempre.

 

 

Auguri The King of Pop!