Apre Bommarè: il mare in cucina

Blog Image

di Alessia Giannino

24/3/2021

Per tutti gli amanti di crudi e crostacei un nuovo ristorante, dove il mare fa da protagonista. Bommarè apre a Cercola, in un periodo non facile, e lo fa con la voglia di portare sulle tavole dei propri clienti qualità ed eleganza.

Bommarè nasce dall’esperienza ventennale di Vincenzo Amabile imprenditore della ristorazione a Napoli e Milano. La cucina, invece è gestita dallo chef Vincenzo Esposito, classe 1978 e originario di Torre del Greco, ed è caratterizzata dal pescato fresco dal mare nostrum e prodotti di pregio provenienti da mari più lontani come il King crab e il caviale Beluga.

Il mare è sicuramente il protagonista assoluto, sia nei piatti, che nel progetto di interior che porta la firma dello studio napoletano We+Falconio Oranges. Il blu è il colore caratterizzante, il grande paper wall che riprende in forma stilizzata la vita marina è un tuffo negli abissi, tra alghe, meduse, razze e mante giganti. Linee curve e soluzioni di arredo su misura, sedute avvolgenti e corpi illuminanti di design connotano gli spazi con eleganza.

Abbiamo avuto il piacere di intervistare l’imprenditore Vincenzo Amabile e lo chef Vincenzo Esposito, che ci hanno raccontato la loro idea e il loro progetto appena nato.

Domande a Vincenzo Amabile

Come nasce Bommarè?

Bommarè nasce dalla nostra voglia di immergerci in un progetto innovativo di alta ristorazione, una scelta maturata negli anni e determinata dalla passione che da sempre ci lega a questo settore.

Qual è il concept del ristorante?

Il concept del ristorante risiede nell'unione di tre elementi: una cucina di mare che unisce ricerca, innovazione e cura per i dettagli. La location e gli interni ad esempio sono di design, perchè pensiamo che l’estetica degli ambienti sia fondamentale. Come lo è l’offerta gastronomica. Nel nostro ristorante proponiamo piatti ricercati e realizzati in perfetta armonia con gli ambienti circostanti. E poi per noi fondamentale è la squadra di lavoro che deve essere efficiente, capace di soddisfare in modo impeccabile le esigenze dei clienti.

Anche l’occhio vuole la sua parte, infatti il design del ristorante è stato curato nei minimi dettagli. Ci raccontate qual è il progetto?

Tutto il progetto è stato studiato con molta attenzione, niente è stato lasciato al caso per permetterci di ottenere soluzioni di arredo studiate su misura. Il leitmotiv di Bommarè è senza dubbio il mare un tema che caratterizza ogni ambiente del ristorante: dalla cucina a vista dove sono presenti vasche che mostrano il pescato fresco e che consentono ai clienti di osservare la creazione live dei piatti; ma anche il prevalere del colore blu e il parato che permettono al cliente di immergesi, con l’immaginazione, nella vita marina tra alghe, razze e mante giganti.

In questo periodo non è facile aprire un ristorante. Come state vivendo la situazione? E come pensate di procedere appena sarà possibile aprire al pubblico?

Il periodo storico che stiamo attraversando era inimmaginabile fino allo scorso anno. Comunque oggi, con non pochi sacrifici, portiamo tenacemente avanti il progetto Bommarè. Continuiamo a proiettarci verso il futuro con spirito positivo, come abbiamo sempre fatto, e facendo affidamento sulle nostre esperienze e competenze pregresse.

Come pensiamo di procedere? Innanzitutto siamo desiderosi di aprire quanto prima le porte di Bommarè ai clienti. La ristorazione deve tornare ad essere un momento di piacevole condivisione, è questo che ci dà maggiore soddisfazione e ci sprona sempre ad impegnarci al massimo in quello in cui crediamo.

Domande allo chef Vincenzo Esposito

Ci saranno piatti tradizionali o gourmet?

In menù i clienti potranno scegliere tra diversi piatti della tradizione rivisitati in chiave moderna, realizzati con uno sguardo sempre proteso all’alta gastronomia. Nel complesso sarà una cucina pulita, concreta, composta da pochi ma validi elementi. Ciò che più ci preme è valorizzare, attraverso la preparazione dei nostri piatti, la qualità dei prodotti selezionati.

Quali sono i piatti di punta?

La nostra punta di diamante è sicuramente rappresentata dai crudi di mare: dalle tartare agli astici, dalle aragoste ai frutti di mare che verranno presentati in composizioni minimal, eleganti e raffinate. Solo pescato fresco e di qualità disponibile in base alla naturale offerta del mare.

Ci sarà un menu fisso o cambierà a seconda della stagionalità dei prodotti?

Alcuni piatti sono stati pensati per essere le colonne portati del menu, saranno sempre disponibili anche se con qualche piccola variazione stagionale. Le altre offerte della carta invece cambieranno periodicamente, con lo scopo di offrire agli ospiti preparazioni capaci di evolversi con il susseguirsi delle stagioni e con la diversa offerta di pescato.