Scopriamo la bellissima isola di Marettimo

Blog Image

di Francesco Gimigliano

3/4/2021

Scopriamo la bellissima Isola di Marettimo nell’arcipelago delle Isole Egadi, rinomata meta turistica collocata nel mar Mediterraneo e facente parte della bellissima Sicilia.

Marettimo è una frazione di Favignana (piccolo comune siciliano in provincia di Trapani), ed è la più occidentale delle Isole Egadi.

Lo scenario che si affaccia sul mar Mediterraneo è di una bellezza inaudita e visitare questa isola ha il sapore della libertà e della vacanza da sogno.

La storia di Marettimo

Marettimo gode di una sacralità molto particolare, infatti, a Trapani si narra che l’isola coincide dal punto di vista geografico ad Itaca, la patria di Ulisse.

Dopo la prima guerra punica i Romani costruirono addirittura un presidio militare in modo tale da avere sotto controllo la rotta dalla Tunisia a Roma.

Sull’isola venne edificato anche un carcere ad opera dei Normanni nel 1140 circa, dove vi fu rinchiuso anche Guglielmo Pepe (patriota e generale italiano nell’esercito del Regno delle Due Sicilie).

Marettimo isola turistica ricercata

Oggi l’isola gode di un’ottima affluenza di visitatori per lo più amanti del trekking, grazie al suo territorio prevalentemente montuoso, e alla sua cima più alta chiamata Monte Falcone (686 metri).

Definita il “paradiso subacqueo italiano” per la bellezza dei fondali e per l’acqua cristallina che si staglia su un paesaggio mozzafiato.

Il clima particolare che persiste sull’isola di Marettimo durante tutto l’anno ha permesso di sviluppare varie piante endemiche (piante esclusive del territorio di Marettimo).

Oltre alla naturale bellezza dell’isola, il turista di turno si troverà all’interno dell’Area Marina Protetta più grande d’Europa.

Le numerose spiagge presenti fanno da cornice alle grotte ricche di stalattiti e alle piscine naturali da perdere il fiato.

Una vacanza particolare con un paesaggio da scoprire in tutta la sua bellezza, approfittando di fondali dai mille colori con la voglia di fare un’immersione anche fosse la prima volta.

Da non sottovalutare l’ottima cucina basata prevalentemente sul pescato di ogni giorno e preparato da abili ristoratori presenti sull’isola.

Per giungere sull’isola è necessario prendere un aliscafo o un traghetto da Trapani e una volta giunti sull’isola è severamente vietato l’uso delle macchine, infatti, è consentito solamente camminare a piedi o in bici.

È una vacanza alternativa da fare assolutamente per scoprire un territorio in alcuni posti incontaminati e assaporare le bellezze e la storia del luogo, magari guardando romanticamente un panorama dalla riva del mare.