Tutte le serie tv girate all’interno della regione Campania nel 2021

Blog Image

di Silvia Salvatore

16/1/2021

Nonostante la crisi epidemiologica che ha colpito le nostre città e le nostre vite nel 2020, la Film Commission Regione Campania ha comunicato la presenza di ben quaranta set cinematografici attivati nella regione Campania, solo durante lo scorso anno. Grazie al programma Piano Cinema 2020, grandi nomi come Alessandro Gassmann, Paolo Sorrentino, Michele Placido, Sergio Rubini, Mario Martone, Roberto Andò, sono riusciti a continuare la loro attività lavorativa, in azione sui set campani, per portarci prodotti seriali piò o meno noti, dalla conosciutissima “L’amica geniale” all’atteso “Generazione 56K”, e pare che il 2021 non abbia in serbo meno sorprese.

 

Le produzioni attive a partire da gennaio

 

Sembra che gennaio quest’anno oltre ai famosi dolcetti, porterà nella regione Campania tre produzioni cinematografiche. Come ad esempio Gomorra 5, che sembra vedrà le sue riprese all’interno del porto di Napoli, come annunciato dall’autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale. Le riprese cominceranno non appena le precedenti, registrate all’interno del set del Centro Direzionale, avranno fine.

 

La Film Commission Regione Campania ha anche divulgato notizie sulla produzione nello stesso mese del film Con tutto il cuore”, ultimo frutto di Vincenzo Salemme. Una ulteriore produzione vedrà la Rai in una collaborazione con il regista Sergio Rubini, impegnato a rappresentare gli anni giovanili di Eduardo, Titina e Peppino De Filippo. Il film è stato e sarà girato tra più teatri della Campania, che vedrà come location il Teatro Verdi (Salerno),  il Garibaldi (Santa Maria Capua Vetere) e il Sannazaro (Napoli).

 

Non ancora confermata la data di inizio delle riprese della serie “L’amica geniale”, l’ultimo capitolo della saga, “Storia di chi fugge e chi resta”, la registrazione è stata comunque annunciata per quest’anno e verrà diretta da Daniele Luchetti.

 

I The Jackal sembrerebbero prossimi al loro ritorno cinematografico grazie a “Generazione 56K”, le cui riprese parrebbero essere portate avanti all’interno dell’isola di Procida.

 

L’Organizzazione da parte della regione e delle istituzioni della regione campania

 

Se tanti progetti sono stati portati a termine nell’anno scorso e i nuovi programmati per questo appena in corso, sono stati possibili soprattutto grazie all’apporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici e il CEINGE (Centro di ricerca dell’Università Federico II di Napoli). Entrambi gli enti sono stati impegnati in una grandissima campagna di esami anti covid che ha visto 20.000 tamponi in totali effettuati periodicamente e gratuitamente alle varie troupe e al cast. L’azione rapida e meticolosa ha permesso ai lavoratori nel settore dello spettacolo di riprendere le riprese in maniera celere e a basso rischio per i salariati.

 

Come sottolineato da  Maurizio Gemma“Il 2020 è stato un anno di svolta nell’attività della FCRC che ha visto consolidare competenze e prestigio in un periodo particolarmente difficile. Abbiamo risposto rapidamente ed efficacemente alle sfide di nuovi progetti, ma anche alle contingenze e ai nuovi scenari che si sono presentati a partire dal mese di marzo e, malgrado la complessità del periodo e contrariamente alle previsioni negative, nel corso del 2020 si è confermato un numero di film e serie tv realizzati in Campania in linea con le annualità precedenti. La sfida del 2021 sarà consolidare il comparto locale, accrescere ulteriormente le competenze professionali e sostenere la capacità produttiva delle imprese campane, sfruttando al meglio gli strumenti che si prospettano per uscire dalla crisi come opportunità concreta di sviluppo”.