Women in Comics: a Roma fino all'11 luglio la mostra dedicata alle fumettiste che hanno fatto la storia

Blog Image

di Alessandra Brevi

10/6/2021

Il 28 maggio si è aperta a Roma presso il Palazzo Merulana (in via Merulana, 121) la mostra "Women in Comics" in esclusiva europea e arrivata direttamente da New York. Curata da Kim Munson e Trina Robbinson e promossa dall'Ambasciata degli Stati Uniti in Italia e co-prodotta da ARF! Festival e Comicon, la mostra riunisce ventidue artiste statunitansi che hanno firmato la storia del fumetto nordamericano.

Nel percorso della mostra potranno essere ammirate 90 opere originali mai arrivate prima d'ora in Europa. Le tavole spaziano dal fumetto vintage anni '50 fino alle graphic novel toccando numerosi temi quali amore, creatività, sessualità, discriminazione, indipendenza, ambientazioni underground fino allo stile contemporaneo alla Marvel o DC Comics. Prima di Roma, la mostra era stata allestita una sola volta, nel 2020, presso la Galleria della Society of Illustrators di New York, fondata nel 1901 da Henry S.Fleming.

“Questa mostra è una rappresentazione dell’ampia gamma e diversità delle donne che operano nei fumetti e dei tanti generi in cui stanno lavorando, siano esse memorie personali, storie per bambini, di supereroi, di genere epico/fantasy, o ancora nel graphic journalism e nella grafica editoriale” ha dichiarato la curatrice Kim Munson.

Alla mostra si sono aggiunti una serie di quattro incontri di approfondimento e riflessione in streaming curati da Rita Petruccioli (Bao Publishing, Il Castoro, Mondadori) e Francesca Torre (giornalisca StayNerd.it, Inside Art). In questi incontri sono state messe in contatto le artiste italiane con le colleghe statunitensi presenti in mostra per uno scambio di idee e opinioni sui temi trattati.

Women in comics - artiste e opere

La mostra è un'occasione per compiere un viaggio nel tempo e nella storia del fumetto a partire dalle tavole di Trina Robbins, vera e propria icona “militante” del fumetto underground e dell’attivismo femminista che nel 1986 è stata la prima fumettista della storia a disegnare Wonder Woman per la DC Comics. Afua Richardson e Alitha Martinez, afroamericane attiviste vincitrici del premio Eisner Award per "World of Wakanda" di Marvel; Colleen Doran, disegnatrice per Neil Gaiman e Alan Moore; Emil Ferris, matita della graphic novel "La mia cosa preferita sono i mostri". E ancora Ebony Flowers, autrice di Hot Comb considerato uno dei migliori libri del 2019, Trinidad Escobar, Tillie Walden, Joyce Farmer e tante altre.

La mostra resterà a Roma fino all'11 luglio 2021.