Renato Casaro, Treviso dedica una mostra all'ultimo cartellonista del cinema

Blog Image

di Marco Valeriani

10/2/2021

Immagini concesse dall'organizzazione della mostra

 

Scrivere di Renato Casaro è un pò come rivivere per flash la storia del cinema mondiale degli ultimi 70 anni.  Nato a Treviso nel 1935, inizia l’attività lavorando per le sale della località veneta. Qui si dedica a grandi sagome, pezzi unici dipinti a mano collocati all’esterno del Garibaldi e dell’Esperia. 

 

 

Non ancora ventenne si trasferisce a Roma, nello studio di Augusto Favalli, e dopo poco, sempre nella Capitale, decide di aprire - siamo nel 1957 - un atelier tutto suo. La mostra che la città d’origine gli dedicherà dal prossimo 28 marzo e fino al 30 settembre (se la pandemia non costringerà al rinvio), sarà allestita su tre sedi: la Chiesa di Santa Margherita, il Complesso di San Gaetano, i Musei Civici di Santa Caterina.