Cinque minuti con "Le Ninfee" di Monet: il quadro in mostra a Genova

Blog Image

di Roberto Ligorio

21/6/2020

Con una splendida iniziativa, la città di Genova permetterà ai visitatori del Palazzo Ducale di osservare, sebbene per pochi minuti, il dipinto "Le Ninfee," del pittore francese Claude Monet. La mostra sarà disponibile nella città ligure solamente fino al 23 agosto, in una sorta di sfida lanciata in collaborazione tra la Fondazione Palazzo Ducale, Arthemisia, il Comune di Parigi ed il Musèe Marmottan Monet di Parigi, dove generalmente è custodita l'opera. Restare soli con il dipinto è sicuramente un'esperienza indimenticabile e più unica che rara,ma il minutaggio obbligatorio per osservarlo è breve: "Le Ninfee" è sicuramente un dipinto da apprezzare ed ammirare, studiare in ogni minimo dettaglio, ma anche per garantire a tutti di osservarlo rispettando le norme di sicurezza imposte dal Governo, la scelta è ricaduta su questo scarso quantitativo di minuti a disposizione. Rimanere folgorati dalla visione a primo impatto con l'opera non è certo impossibile: è questa la "sfida" preposta dagli organizzatori, riuscire a resistere nell'osservarla per poi allontanarsi in fretta.

 

La mostra si intitola  “5 minuti con Monet – A tu per tu con le Ninfee” ed è allestita presso la residenza del Doge. Per accedervi saranno disponibili i seguenti orari: lunedì dalle ore 14:00 alle 19:00 e da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle 19:00.

 

L'iniziativa è spettacolare non solo perchè permetterà, nel rispetto del distanziamento sociale, di assistere all'esposizione di un'opera unica ed originale, ma anche perchè, a detta degli organizzatori, l'idea è quella di creare un'incontro strettamente personale con il dipinto impressionista, in modo tale che ognuno possa goderne appieno l'essenza.

 

La prenotazione è obbligatoria, così come è necessario seguire alla lettera i protocolli di sicurezza preposti contro il Covid-19. Questi i prezzi dei biglietti: intero 7 euro – ridotto 6 euro, bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni 3 euro.