Banksy: le più belle opere del misterioso street artist di Bristol

Blog Image

di Fabiana Lo Coco

15/1/2021

Sulla sua identità ci sono svariate teorie. Tra queste, la più curiosa sostiene che il suo nome d'arte sia un acronimo formato dalle iniziali dei nomi di sei artisti. Non si tratterebbe quindi di una sola persona, ma di ben sei. Nessuno ha ancora scoperto la verità su chi possa realmente essere, ma una cosa è certa: Banksy è uno street artist che fa sempre parlare di sè. Le sue opere appaiono quasi misteriosamente, lasciando puntualmente a bocca aperta, facendo riflettere e discutere sui temi più scottanti, dalla politica all'etica. Pungente, provocatoria, diretta: nata a Bristol, la sua arte è famosa in tutto il mondo e non passa mai inosservata. Ecco alcune tra le sue opere più belle e significative.

 

La bambina con il palloncino

 

Sicuramente tra le opere più famose, è apparsa nel 2002 a Londra, sulla facciata di un negozio, con accanto la scritta "There is always hope": "C'è sempre una speranza". Nel 2014, è stata staccata dal muro per essere messa all'asta, per poi essere acquistata dopo quattro anni a 1.180.000 euro da un anonimo compratore... e proprio in quel preciso momento un misterioso tritadocumenti nascosto dietro alla cornice ha distrutto parte della tela!

 

 

Il bacio dei poliziotti

 

Apparsa a Brighton nel 2004, quest'opera è una chiara provocazione. Rappresenta infatti due poliziotti uomini che si baciano appassionatamente, facendoci riflettere sul problema dell'omofobia in maniera ancora più profonda, perché per le autorità l'omosessualità è bandita. Anche quest'opera è stata venduta all'asta per 420.000 euro da un anonimo, infatti adesso al posto dell'originale vi si trova una copia.

 

 

Game changer 

 

Creata a maggio nel 2020 in piena pandemia, questa opera è un omaggio per tutti coloro che sono rimasti in prima linea sin da subito per l'emergenza covid-19. Rappresenta infatti un bambino che a Batman e Spiderman riposti in un secchio della spazzatura, preferisce una bambola travestita da infermiera con tanto di mantello da supereroe.

 

 

Bambino che mette il fiore nel fucile

 

Creata a Betlemme nel 2007, è un chiaro messaggio che vuole far focalizzare la nostra attenzione verso la pace. Rappresenta un bambino, simbolo dell'innocenza e della purezza, che infila un fiore nel fucile di un soldato. Un appello davvero coraggioso, in un'epoca in cui le guerre sembrano essere purtroppo sempre più all'ordine del giorno.