Baia Experience: un tour virtuale al Parco Sommerso di Baia

Blog Image

di Marta Ferrara

29/5/2020

Baia experience è un nuovo tour che, coniugando passato e futuro, ci permette di visitare il parco sommerso di Baia

 

Il sito archeologico

 

Il parco sommerso di Baia è uno dei più interessanti siti archeologici sommersi presenti almondo. Uno straordinario sito scoperto nel 1940, che dista solo 30 minuti da Napoli.

 

Probabilmente chi ha scoperto il sito si sarà sentito come un pirata alla scoperta di un tesoro nascosto. Immaginate l’emozione provata quando sott'acqua si sono incrociate per la prima volta statue romane e mosaici. Reperti che ancora oggi ritroviamo intatti tra la sabbia, mentre pesciolini ignari vi nuotano attorno.

 

Solo nel 1980, 40 anni dopo la scoperta di questo tesoro nascosto, viene avviato il primo scavo archeologico subacqueo.

 

Quello che si scopre è una vera e propria città. In particolare delle bellissime ville romane. La città di Baia infatti era, potremmo dire, un luogo di villeggiatura per le nobili famiglie romane. A causa del bradisismo parte della città è andata sommersa. Questo però ha fatto in modo che alcune parti di esso si siano mantenuti intatti.

Dal 1999 il parco sommerso di Baia è visitabile in tre modalità: 

 

- un'escursione subacquea. 

- una visita con il battello Cymba, con pavimento trasparente.

- un percorso snorkeling, per chi non è pratico con l’immersione sott'acqua ma vuole comunque visitare il sito dal mare.

 

Oggi, grazie all'unione tra archeologia e tecnologia, si aggiunge anche un quarto modo per visitare questo sito: Baia experience.  Un percorso nuovo che grazie ad un visore 3D ci farà immergere in modo innovativo nel sito.

 

Baia Experience: visori 3D al servizio dell’archeologia